domenica 9 dicembre 2007

Go Nefertum! Go!

Finalmente vedrà la luce il primo album dei Nefertum, metal band lucana a me cara non solo per il genere proposto (à la Arcturus, Emperor e Dimmu Borgir, per intenderci!) quanto per l'amicizia che mi lega al fondatore nonché voce della band, Giacomo "Innos".
Non vedo l'ora di poter ascoltare il parto tanto bramato e sospirato degli amici di Tramutola, soprattutto dopo aver avuto modo di sentire le versioni sporche di alcuni pezzi che faranno parte del nuovo platter (chi vuole ascoltarle può andare su www.myspace.com/nefertum).
Gli stessi pezzi già presenti sul loro "Demo(n)" sono riproposti con una forza espressiva tale da allontanarli anni luce dalle versioni originarie. Ho sempre apprezzato la capacità espressiva di Innos & Co. capace di brillare di luce propria anche
nelle prove assolutamente amatoriali tra le pareti spoglie di una casa di campagna. Così come ho sempre notato la distanza tra la proposta originale e complessa dei nostri con quella più ordinaria degli Infernal Angels che Giacomo e Geny hanno finalmente abbandonato per dedicarsi anima e corpo ad un progetto che merito il loro massimo impegno. E se Nefertum nella cosmogonia egizia era la reintegrazione dopo la distruzione, il nuovo dio nato dal fiore di loto porterà sicuramente nuova linfa vitale al troppo spesso monocorde mondo metallico estremo italiano.

1 commento:

innos ha detto...

Un grazie di cuore al Follebislacco per le sue bellissime parole dalla Nefertum 's community!
Stiamo ultimando i lavori su alcune tracce di tastiera e poi potrete ascoltare in anteprima un paio di brani sulle nostre pagine web sperando di essere una band meritevole della vostra attenzione e del vostro supporto!

Grazie a tutti!

Innos